Aereo da turismo atterra in spiaggia. Due bagnanti morti, un uomo e una bambina

Un aereo da turismo è atterrato in emergenza sulla spiaggia di São João nella Costa di Caparica, provocando la morte di due bagnanti, un uomo di 56 anni e una bambina di 8. Illesi i due che si trovavano a bordo del velivolo, un istruttore con lunga esperienza ed un allievo trentenne; si sono immediatamente messi a disposizione degli inquirenti della Polizia marittima e saranno ascoltati dal magistrato nelle prossime ore. Sconosciuti, per ora, i dettagli dell’avaria che li avrebbe costretti ad un atterraggio di emergenza ma che, secondo le prime indicazioni dei due che erano a bordo, sarebbero legate ad un improvviso blocco del motore.
Centinaia i testimoni di quanto è accaduto, mancavano pochi minuti alle 17 e la spiaggia era affollata, che hanno fornito ricostruzioni coincidenti della sequenza di eventi: l’aereo si è avvicinato alla spiaggia perdendo rapidamente quota, poi ha toccato terra a margine dell’acqua; appena atterato ha investito l’uomo e, circa sessanta metri dopo, la bambina. Decine di persone, mentre l’aereo scendeva rapidamente, hanno istintivamente ritenuto opportuno gettarsi in mare. Questa circostanza potrebbe, ma il condizionale è d’obbligo, spiegare perchè in una manovra comuqnue estrema il pilota non abbia deciso di scendere in acqua temendo conseguenze ancora peggiori.
L’aereo, un Cessna 152, appartiene all’Aeroclub di Torres Vedras che lo ha però ceduto temporaneamente alla Scuola di volo G Air Training Centre di Ponte de Sor, ed era partito dall’Aerodromo di Cascais diretto verso Evora per un normale volo di addestramento.

L’aereo atterrato in spiaggia (qui in una foto di repertorio)